Viaggio a stelle e strisce, intervista al nostro brand ambassador

Viaggio a stelle e strisce, intervista al nostro brand ambassador

Mercoledì, 02 Novembre 2016

Da alcuni anni la nostra azienda è particolarmente attiva sul territorio americano dove ci rechiamo periodicamente per la promozione dei nostri vini e delle denominazioni di origine da cui proveniamo.
Lo scorso ottobre abbiamo intervistato per voi la nostra brand ambassador Elisa Bolognani, di ritorno da un viaggio di due settimane negli USA.

Ci vuoi raccontare quali sono le tue impressioni al ritorno da un tour come quello che hai appena compiuto? Cosa ti porti a casa a livello di esperienza personale?
La mia visione degli States cambia ogni volta che ci torno, nel senso che le differenze tra Stati in termini di cultura, cibo, abitudini, mentalità, clima sono molto importanti. Questo mi porta sempre di più ad immaginarmi gli Stati Uniti come un’Europa molto più grande, invece che come un blocco unico. E questo si riflette anche sul vino, nel senso che si possono riconoscere alcune tendenze dominanti ma poi ogni Stato ha le sue specificità.

Riguardo ai vini Monte Zovo, per esempio, che feedback hai raccolto in queste due settimane? Cosa amano i consumatori americani nei nostri prodotti come Amarone e Ripasso?

Dal punto di vista del prodotto, entrambi sono vini molto apprezzati dal palato statunitense perchè corposi e di grande personalità, se a questo si aggiunge la possibilità di poter pasteggiare (valore aggiunto dello stile dell'Amarone Monte Zovo)...un punto in più! Dal punto di vista emozionale, abbiamo la fortuna di avere vini molto evocativi perché richiamano alla memoria la città di Verona e il Lago di Garda, entrambi molto amati e visitati dagli statunitensi. Dato che il vino, soprattutto vini importanti come Ripasso e Amarone, è "un'emozione", il fatto di riuscire a far viaggiare con la mente le persone significa che stiamo andando verso la direzione corretta.

Davanti ai nostri vini sarà capitato di parlare anche della conversione al biologico che l’Azienda Monte Zovo sta compiendo. Come viene recepito il concetto di biologico in USA?
In linea generale ho notato che sta aumentando la sensibilità per il tema bio ma siamo ancora nella fase in cui il consumatore si sta informando per capire fino in fondo tutte le sfaccettature implicate in questo approccio. La chiave quindi è quella di spiegare bene cosa intendiamo noi per biologico a Monte Zovo e perché questo debba essere considerato come un un valore aggiunto.

Sappiamo che sei stata a Houston, New Orleans, Seattle e Portland, che ristoranti ci consigli dove trovare i vini Monte Zovo?
“Ciao Vito” a Portland, “Ulivo” a Manhattan, “Charley G’s” a Lafayette . Amarone e Ripasso si abbinano perfettamente a cucine dove la carne è un elemento importante, come nel sud degli Stati Uniti, quindi da “Toup’s South” a New Orleans.

Nella visita a questi ristoranti quale abbinamento gastronomico hai apprezzato di più?
Ripasso Monte Zovo e ravioli ripieni di ossobuco e zafferano con salsa all’aceto balsamico e funghi.

 

 

 

logo visit montezovo